La notte delle stelle.jpeg

Venerdì 22 luglio, dalle ore 22:00

LA NOTTE DELLE STELLE

Talk/Esperienze/spettacoli a cielo aperto

Con Adrian Fartade "MORIREMO TUTTI" ,

Alessandro Barbaglia/Luca Perri "HO TROVATO LA MIA 1/2 A LETTO CON 1/3",

esperti dell’Osservatorio di Suno con puntatori laser, letture a cura di Cabiria Teatro e musicisti

Il nostro pianeta è bellissimo, se potessimo vederlo dall’alto, tutto intero, ce ne innamoreremmo di sicuro e lo tratteremmo meglio. E proprio per questo abbiamo deciso di rendere la terra e l’universo intero, i veri protagonisti di questa NOTTE UNICA che comincia al tramonto e si conclude all’alba. Inviteremo il pubblico a venire sul prato dell’Assa con una coperta, a stendersi, e ad ascoltare tutti gli eventi proposti guardando direttamente le stelle. Si parte da Luca Perri e Alessandro Barbaglia con lo spettacolo “Ho trovato la mia ½ a letto con ⅓”. Possono darsela di santa ragione un poeta e un astrofisico? Beh... a parole sì. Luca Perri, astrofico, e Alessandro Barbaglia, poeta, si sfideranno a colpi di poesie, sonetti, citazioni, teoremi e formule matematiche confrontandosi - a parole, ovviamente - su quei temi fondamentali tanto in ambito poetico quanto  in ambiente scientifico. E se Barbaglia sosterrà le parti romantiche di concetti quali “l'infinito”, “la coppia”, “l’attrazione” ... “il seno”, Perri racconterà gli stessi concetti osservandoli però da un'ottica prettamente scientifica. A fine incontro... chi dei due vedrà le stelle? E chi le avrà fatte vedere all'altro? Un pugilato lette rario senza esclusione di colpi. Di scena, s'intende.

Si continuerà poi con gli esperti dell’osservatorio di Suno che con il loro puntatore laser ci faranno una vera e propria lezione di astronomia per poi arrivare al momento di Adrian Fartade. Il famoso divulgatore scientifico, youtuber, scrittore ed attore ci porterà il suo “Moriremo tutti”. Come finirà il mondo? E noi che fine faremo? Da sempre abbiamo cercato di immaginare come potrebbe essere la fine del mondo e l’universo ci  ha sempre dato tantissimi spunti a riguardo, da asteroidi e comete a stelle giganti e buchi neri. Tutto questo   senza contare cosa potremo fare noi stessi o cosa succederà alla Terra nel tempo. Questo spettacolo esplora   queste possibilità ed i vari modi in cui il mondo potrebbe finire, tra una risata e l’altra su come sta andando e come andrà. Poi, torneranno gli esperti dell’osservatorio di Suno insieme agli attori di Cabiria Teatro per parlare di costellazioni e mitologia greca, raccontando delle vicende dei miti che potremo osservare direttamente ad occhio nudo per concludere poi con un concerto e finire all’alba con sessione di yoga. Il tutto intramezzato da brevi interventi di esperti di cambiamento climatico, tra cui Irene Manzella, novarese doc ma che ora è alla guida del Centro per la resilienza ai disastri ambientali dell’università olandese di Twenty. Il luogo scelto, non è scelto a caso: il prato della sede dell’azienda che per mission si occupa di salvare il pianeta dai rifiuti, l’Assa, si trasforma in luogo simbolico per un cambio di prospettiva.

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom